Lo sappiamo. Spesso presentiamo vitigni autoctoni da poco riscoperti o poco conosciuti. Ci piace anche però, e mai come in questo caso, parlarvi di vitigni molto conosciuti ma che forse vale la pena approfondire: lo diciamo apertamente: in questo caso siamo di “parte” e molto felici di parlarvi di uno storico vitigno non sempre preso nella dovuta considerazione:  il Barbera.

Intanto, questione assolutamente delicata: La Barbera o il Barbera?
Si tratta di uno dei pochissimi casi in cui un vino viene chiamato comunemente tanto al maschile quanto al femminile. Questo principalmente perchè sia in Piemonte, la sua terra d’elezione, che nel resto d’Italia, ci si è sempre riferiti alla varietà d’uva Barbera al femminile, mentre al maschile per il vino, mentre generalmente vitigno e vino vengono “assegnati” allo stesso genere.

La Barbera, come altri vitigni e vini, ha negli anni recenti pagato lo scotto della sua fama che ha portato questo vino, soprattutto negli scaffali dei supermercati, ad essere mal “rappresentato” da produzioni piuttosto dozzinali e scarsamente qualitative che hanno allontanato gli appassionati da questo vino.

Negli ultimi anni stiamo fortunatamente assistendo ad un’inversione di tendenza, con una nuova valorizzazione del vitigno e, soprattutto nell’area astigiana, alla nascita di nuove denominazioni 100% barbera votate alle produzioni di qualità ed all’invecchiamento, a cui peraltro il Barbera è vocato come pochi altri.

Dal punto di vista organolettico, il Barbera è caratterizzato da profumi di frutti rossi, a volte maturi, e soprattutto da una sensazione piuttosto peculiare che gli esperti definiscono vinoso, ossia una nota olfattiva molto piacevole e amalgamata con le sensazioni alcooliche.
Per quanto riguarda le caratteristiche gustative il Barbera è piuttosto unico nel panorama nazionale e regionale: la grande corposità di questo vino viene bilanciata da una piacevole acidità piuttosto che dalle sensazioni di astringenza dei tannini, di cui è poco dotato, come accade ad esempio nel Nebbiolo o nella Freisa.

Potete trovare due diversi versioni di Barbera di territori diversi nella versione bag in box sul nostro sito, e da sempre anche sfuso la produzione dii Franco Roero di Montegrosso d’Asti nelle nostre botteghe.

Come sempre, trovate le nostre novità e tutti gli altri vini selezionati dalla Bottega del Vinaiolo sul nostro e-commerce e nei nostri negozi di Via Washington e via Piero della Francesca a Milano.

Buon BARBERA a tutti!
I Vinaioli